La Piccola Casa accoglie la persona e le offre servizi di assistenza in base ai suoi specifici bisogni fisici, morali e spirituali. I servizi, erogati in diverse modalità nelle numerose Case Cottolenghine sparse sul territorio italiano e all’estero, seguono criteri di qualità e principi di cura e attenzione e sono rivolti in modo particolare alle persone con disabilità mentali, fisiche e sensoriali, agli anziani, ai minori in difficoltà, alle persone emarginate.

Servizi di assistenza residenziale

  • Residenze Sanitarie Assistenziali
  • Comunità per minori
  • Accoglienza per donne in difficoltà
  • Social Housing

Servizi socio assistenziali

  • Centro di Ascolto
  • Casa Accoglienza
  • Servizi per esigenze abitative
  • Altri servizi sociali

L’accoglienza e l’assistenza delle persone fragili costituiscono il fulcro della missione cottolenghina e si snodano in due principali ambiti di attività, che vengono svolte grazie ad un lavoro intriso di elevata umanità e autentica dedizione.

La Piccola Casa ha creato nel tempo numerose strutture dove vengono svolti:

servizi di assistenza residenziale, ospitando persone anziane in maggioranza non autosufficienti, persone con disabilità, donne e minori in difficoltà, persone fragili e indigenti.

In queste Case si crea una comunità composta dagli Ospiti e dai Religiosi cottolenghini che li assistono con il supporto degli operatori laici (dipendenti, liberi professionisti, personale di cooperative) e dei volontari.

Questo approccio, da sempre adottato nella gestione del servizio, mira a creare un clima di familiarità e globalità di intervento, che ha lo scopo di salvaguardare la persona e la sua dignità, riconoscendone il diritto alla cura e al soddisfacimento non solo dei bisogni fondamentali, ma anche dei bisogni psicosociali, morali e spirituali.

Il modello organizzativo è basato sul lavoro di équipe ed è volto a integrare gli interventi dei soggetti che, con competenze e ruoli diversi, interagiscono nelle attività, al fine di coniugare gli aspetti socio-sanitari con quelli relazionali.

Il coordinamento tra le diverse figure viene garantito dai Direttori di ciascuna struttura in collaborazione con i Referenti di nucleo, i Responsabili dei servizi e i Responsabili delle cooperative esterne alla Piccola Casa che con essa collaborano.

servizi socio-assistenziali per le fragilità sociali accogliendo persone, italiane e straniere, che non hanno riferimenti familiari o che si trovano in uno stato di bisogno e necessitano di accoglienza e sostegno.

Tra i principali servizi rientrano: il Centro di Ascolto, la Casa Accoglienza, la mensa per i poveri, i servizi per il soddisfacimento di esigenze abitative e di sostegno alle persone emarginate.

Nel tempo i servizi si arricchiscono grazie allo sviluppo di progetti gestiti dalla Piccola Casa, anche in collaborazione con istituzioni esterne.

Rilevante è il numero di Ospiti a cui è riconosciuto il pagamento di una retta agevolata. Si tratta di 608 persone ospitate nel 2018, le cui rette sono largamente insufficienti a coprire i costi del servizio. Per la Piccola Casa accogliere queste persone ma più bisognose non è una spesa, ma un plusvalore, pienamente coerente con la missione cottolenghina.