Veglia di preghiera per l’apertura dell’Anno della Vita Consacrata

La Piccola Casa ha voluto unirsi a tutta la Chiesa con una veglia di preghiera per l’apertura dell’Anno della Vita Consacrata.

Sabato 29 novembre alle 20.45 la famiglia cottolenghina si è ritrovata in chiesa grande per dare inizio a questo nuovo anno mediante l’ascolto della Parola di Dio, l’adorazione e l’offerta. La celebrazione è iniziata con la liturgia della Parola in cui Padre Lino Piano, nella sua omelia, ha richiamato il valore della vita consacrata come dono da vivere non per la propria realizzazione ma per i fratelli, per il mondo, come frutto dell’essere “conquistati” da Cristo (cf. Fil 3,7-14) che diventa l’unico vero tesoro del proprio cuore (cf. Mt 19,16-22).

All’ascolto della Parola è seguito un momento di adorazione eucaristica in cui i Superiori generali Madre Giovanna Massè, Fratel Giuseppe Visconti e Padre Lino Piano a nome delle tre famiglie religiose cottolenghine, hanno rinnovato la consacrazione religiosa leggendo le rispettive formule della Professione di ciascun Istituto.

 

Infine, prima della benedizione eucaristica, tre novizi, in rappresentanza dei tre Istituti, hanno portato come offerta all’altare una lampada a tre fiamme che resterà accesa per tutta la durata dell’Anno della Vita Consacrata.

Benediciamo il Signore e ci uniamo al rendimento di grazie di Papa Francesco che nella Lettera apostolica ai consacrati scrive: «Ringraziamo insieme il Padre, che ci ha chiamati a seguire Gesù nell’adesione piena al suo Vangelo e nel servizio della Chiesa, e ha riversato nei nostri cuori lo Spirito Santo che ci dà gioia e ci fa rendere testimonianza al mondo intero del suo amore e della sua misericordia».

 

Deo gratias!

Dal Sito del Vaticano: LETTERA APOSTOLICA DEL SANTO PADRE FRANCESCO A TUTTI I CONSACRATI IN OCCASIONE DELL'ANNO DELLA VITA CONSACRATA


Piccola Casa della Divina Provvidenza, via S. G. Cottolengo, 14 - Torino, tel.+390115225111 — Cookie policy