Centro de Salud

Le prime Sorelle, nel lavoro pastorale e di conoscenza della zona sulla costa del fiume Esmeraldas rilevarono ben presto l’urgenza di intervenire nel campo della salute in quanto il servizio sanitario pubbico era fortemente carente.

In accordo con i Superiori della Piccola Casa di Torino decidono di costruire un piccolo Centro di Salute per attendere alle più urgenti necessità igienico-sanitarie della popolazione di questa zona composta prevalentemente da poveri.

Il 13 dicembre 1989, in una classe della scuola "Republica del Ecuador” che rimane di fronte a casa nostra, il Vescovo Monsignor Bartolucci e il Ministro della Sanità Dott. Plutarco Naranjo firmano la convenzione e in pochi mesi la costruzione comincia e finalmente nel giugno 1990 il Vescovo inaugura e benedice il Centro della Salute “S. G. Cottolengo”.

L’attività iniziò subito con grande entusiasmo da parte dell’equipe sanitaria e della Comunità e con soddisfazione della gente.

Il Centro era così strutturato:

  • una sala medica,
  • una sala di vaccinazione,
  • una sala di medicazioni,
  • una piccola farmacia,
  • una sala di attesa,
  • un piccolo laboratorio analisi,
  • un ambulatorio odontologico
  • due gruppi di servizi igenici.

Il Ministero della Sanità ha contribuito dando un medico, un'infermiera e una odontologa. La Comunità religiosa copriva le spese della farmacista, della laboratorista, della donna per la pulizia e del guardiano. Tutto il personale da allora ad oggi ha lavorato collaborando per un miglior servizio ai poveri e a tutti quelle che ne hanno avuto bisogno.

Sono stati svolti: programma nutrizionale per bambini, programma di pianificazione naturale delle nascite e controllo periodico delle gestanti, servizio di consulta medica quotidiana, prestazioni odontologiche, attività di laboratorio analisi, programma di controllo della tubercolosi, programma di vaccinazioni, offerta di medicine a basso costo.

Nel 1992 si aggiunse un altro ambiente per la pediatria e nel 1999 si costruì un secondo piano con: un salone multiuso, un magazzino e servizi igenici. 

Il Centro, lavorando il collaborazione con l’Unità sanitaria della provincia di Esmeraldas, in tutti questi anni si è preso cura di circa 8700 abitanti. 

Da dicembre 2013 le suore hanno lasciato il servizio al Centro, la cui gestione è passata alla Diocesi.

La Comunità ringrazia la Divina provvidenza per il cammino che il Centro ha fatto in questi anni e con S. G. Cottolengo ripete:

“Dio ha manifestato la sua grandezza e la sua bontà verso di noi...” F.P. nº 205


Piccola Casa della Divina Provvidenza, via S. G. Cottolengo, 14 - Torino, tel.+390115225111 — Cookie policy