BEATO FRANCESCO PALEARI: LA SUA RELIQUIA TRA NOI
28 - 31 ottobre 2013

I Santi e i Beati spesso non risparmiano sorprese e la Reliquia del Beato Francesco Paleari ha fatto il suo ingresso nella nostra Casa di Cerro Maggiore lo scorso mese di Ottobre.

Bisognava affrettarsi per i preparativi e pensare alla divulgazione dell’evento, alla pianificazione degli incontri di preghiera nei giorni della  Sua permanenza, all’accoglienza, agli addobbi dentro e  fuori la Chiesa.

Dio Padre Provvidente ha fatto sì che generosi volontari, nell’unico giorno di tempo un po’ incerto, disponessero festoni e bandierine in cortile e un grande striscione dalla scritta “Deo Gratias” all’ingresso della struttura, incitati da chi ripetutamente diceva loro: “Fate presto, tra poco pioverà”!

Giusto il tempo di posizionare il tutto e, dopo circa mezz’ora, vento, pioggia ed ancora pioggia per consecutivi giorni, ma l’esterno era addobbato.

Gli stampati illustrativi erano pronti per la distribuzione, i fiori sistemati con stile attorno all’altare, mancava una grande immagine del  Beato e … non si è badato a dimensioni (l’effigie misurava 2 metri e mezzo in altezza e 2 metri in larghezza!) ed anche la colonnina su cui sarebbe stata posta la Reliquia era al fianco del Beato.

Circondato da bellissime orchidee e ciclamini bianchi, Francesco imperava da un lato dell’altare,  ed era così grande nello sguardo e nel sorriso abbozzato che, entrando in Chiesa, non si poteva non esserne catturati ed affascinati.

Chi avrebbe mai detto che un’immagine così grande in realtà si riferisse ad un uomo così piccolo in statura, il “piccolo prete del Cottolengo”, come veniva chiamato, ma gigantesco nella carità?

Come San Giuseppe Benedetto Cottolengo, un gigante della carità, anche il Beato Francesco, nella sua mitezza, amabilità, finezza d’animo, semplicità ed umiltà, era grandioso e non si risparmiava nell’esercizio dell’amore verso i poveri.

Abbiamo imparato a conoscerne le qualità e le opere, attraverso le letture e le riflessioni fatte durante gli incontri tenutisi dal 28 al 31 ottobre. Con ulteriore sorpresa, però, la Reliquia è arrivata con anticipo la sera del 26 ottobre, direttamente dal paese d’origine del Beato Francesco, Pogliano Milanese, accompagnata dal Superiore Generale della Piccola Casa, Padre Lino Piano, dall’organizzatore dell’evento, Don Paolo Boggio e dall’ormai storico “prete di Cerro” Don Enrico Chiesa che ha presenziato per tutto il periodo. Nonostante l’ora tarda, un piccolo gruppo di Suore ed Ospiti si è radunato in Chiesa per accogliere il Grande Ospite.

 

Gli incontri dei giorni successivi si sono svolti in questo modo:

28 ottobre, alle ore 18,00: S. Messa introduttiva, con i parrocchiani di Cerro Maggiore concelebrata dal Parroco Don Roberto e da Don Enrico. La Messa vespertina nei giorni successivi è stata celebrata al “Cottolengo”, anziché in Parrocchia, ed animata da  cori diversi.

29 ottobre, pomeriggio: momento di preghiera con i Ragazzi di 1^ media nel giorno del loro abituale incontro di Catechesi settimanale, durante il quale Don Enrico, con sempre sapienti ed efficaci riferimenti, ha presentato la figura del Beato Paleari, rendendo attenti e interessati i ragazzi e provocando interrogativi.

Alle ore 18,00, S. Messa concelebrata da Don Roberto e da Don Enrico. Descrivendo la figura del Beato, Don Roberto, colpito dallo sguardo e dal sorriso di Francesco così rincuoranti, concludeva dicendo che solo quando si è ricchi di Dio lo si può trasmettere agli altri.

Alle ore 21,00: Preghiera guidata da Don Ennio Apeciti, incaricato diocesano per la causa dei Santi che ha spiegato con chiarezza il significato della Venerazione di una Reliquia, volta a rendere omaggio a chi nella vita si è distinto per opere e/o miracoli. Per solennizzare la preghiera sono stati eseguiti dal Coro “Ars Nova” canti polifonici che hanno coinvolto anche l’assemblea dei presenti.

30 ottobre, alle ore 15,00: incontro di preghiera e benedizione con la Reliquia guidati da Don Enrico e rivolti ad anziani, ammalati, casalinghe e pensionati. Alle ore 18,00, S. Messa concelebrata da Don Roberto e Don Enrico.

31 ottobre, alle ore 10,30: S. Messa presieduta da Don Enrico con gli Ospiti e successivo Bacio della Reliquia.

Alle ore 15,00: consegna della Reliquia alla Comunità di Busto Garolfo alla presenza di Suore ed Ospiti in un clima di gioia e commozione insieme.

 

Osservando il “grande” Beato e pensando all’esercizio di ogni lavoro, potremmo davvero anche noi compiere lo sforzo, dopo il non sempre facile superamento delle difficoltà che incontriamo, di concretizzare nello svolgimento delle azioni della nostra vita una Sua profonda e suggestiva esortazione, posta  all’ingresso e nei nuclei della nostra struttura: “Non per forza, ma per amore, o meglio: per forza d’amore”.

Con questo desiderio nel cuore il Padre Misericordioso non ci faccia mai mancare la Sua Grazia e per intercessione di Maria e del Beato Francesco Paleari ci renda coraggiosi e capaci di imitarLo con semplicità  e generosità.

Deo Gratias!

La Piccola Casa di Cerro Maggiore


Piccola Casa della Divina Provvidenza, via S. G. Cottolengo, 14 - Torino, tel.+390115225111 — Cookie policy