RAPPORTO CON I DESTINATARI

La PICCOLA CASA  uniforma i propri processi di selezione ed acquisizione del personale al rispetto dei principi e va­lori enunciati nel proprio CODICE ETICO secondo criteri comparativi basati sul merito e nel rispetto delle leg­gi vigenti.

La PICCOLA CASA, inoltre, prevede l’ottimizzazione dell’impiego delle risorse umane, uniformando i propri processi decisionali in materia al criterio della ricerca della massima efficienza e del raggiungimento degli obiettivi. A tal fine le risorse umane della PICCOLA CASA vengono impegnate seguendo criteri di merito, efficacia ed efficienza, nel rispetto della Legge, della Contrattazione Collettiva applicata e dei principi etici di riferimento.

I DESTINATARI adempiono ai propri doveri d’ufficio conformemente o agli impegni di vita consacrata o agli obblighi sottoscritti nel contratto di lavoro concluso con la PICCOLA CASA ed uniformano il proprio operato alle disposizioni del presente CODICE ETI­CO.

I  DESTINATARI  sono tenuti ad operare seguendo quanto definito nel MODELLO DI  ORGANIZZAZIONE, GESTIONE E CONTROLLO,  in un’ottica non esclusivamente tecnico-scientifica, ma anche di personale par­tecipazione alle situazioni concrete del singolo assistito, in linea con gli insegnamenti derivanti dal carisma dell’ospitalità caratterizzante la storia della PICCOLA CASA, e di responsabilizzazione nei confronti delle Autorità preposte ( Servizio Sanita­rio Regionale e Nazionale, MIUR…).

L’osservanza delle disposizioni contenute nel CODICE  ETICO costituisce parte integrante ed essenziale delle obbligazioni contrattuali facenti capo ai DESTINATARI.

La violazione di tali disposizioni costituisce inadempimento alle obbligazioni derivanti dai rapporti intrattenuti a qualsiasi titolo con la PICCOLA CASA e, quindi, illecito disciplinare con ogni conseguenza di legge.

È fatto divieto ai DESTINATARI di ricevere denaro, doni o qualsiasi utilità (il cui modico valore non costitui­sca segno di mera cortesia) da UTENTI e da TERZI.  Il divieto si applica alle aziende farmaceutiche, informa­tori farmaceutici, grossisti farmaceutici, farmacie o chiunque altro produca, venda o promuova qualunque far­maco, presidio medico chirurgico e/o dispositivo medico prescrivibile agli UTENTI o d’interesse per la PICCOLA CASA nello svolgimento della propria attività e in generale a tutti i fornitori.

In occasione di festività o particolari ricorrenze, i DESTINATARI che ricevano doni o altre utilità al di fuori di quelle di modico valore, costituenti pratiche di ordinaria cortesia, sono tenuti a darne tempestiva comunicazione all’OdV, il quale ne valuterà l’entità e la rilevanza, provvedendo eventualmente alla restituzione e ad informare nel contempo l’UTENTE od il TERZO circa la politica della PICCOLA CASA in materia.

La PICCOLA CASA promuove e valorizza un sistema di formazione e aggiornamento continuo, oltre che professiona­le anche etico e morale, in continuità con le proprie tradizioni.

 


Piccola Casa della Divina Provvidenza, via S. G. Cottolengo, 14 - Torino, tel.+390115225111 — Cookie policy